In data 19 Gennaio 2019, Lanciatori del Polesine asd ha inviato una lettera di appello e collaborazione rivolta all’Assessore Regionale all’Agricoltura, Caccia e Pesca, Sig. Giuseppe Pan, evidenziando come, nel rispetto degli sforzi pluriennali di un’intera provincia e, in rappresentanza di tutti i Soci, pescatori ed enti che volontariamente sostengono e appoggiano le iniziative dell’Associazione, fosse necessario rivedere, o perlomeno discutere, i contenuti del Regolamento Regionale Pesca in materia di tutela delle specie ittiche autoctone ed endemiche, in particolare luccio e persico reale.
Tra i contenuti delle lettera inviata all’Assessore, vi è una particolare attenzione alle conseguenze di maggior impatto per il Polesine che derivano dai nuovi provvedimenti inseriti nel Regolamento Pesca Regionale pubblicato con il bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 133 del 28 Dicembre 2018. Ovvero:

 1. A partire dal 2014, l’Associazione ha promosso un’importante campagna volta a tutelare le specie luccio e persico reale nel territorio provinciale. Con Delibera del Consiglio Provinciale di Rovigo del 29 Ottobre 2015 vi è l’obbligo permanente (tutto l’anno, tutte le misure e in tutti i corsi d’acqua) di rilascio delle specie luccio e persico reale pescate nella Provincia di Rovigo. Tale provvedimento, tra i più esemplari e moderni a livello Nazionale, è stato da precursore di numerose iniziative e provvedimenti similari adottati negli anni da altre Regioni, nonché oggetto di importanti convegni per la sostenibilità del Delta del Po. Questo notevole passo in avanti fatto dalla Provincia di Rovigo in ottica di salvaguardia e tutela del patrimonio ittico, viene a decadere con il nuovo Regolamento Regionale che di fatto, consentendo la cattura di queste due specie, priva il territorio nazionale di ben 1800 km² di zona no-kill per il luccio ed il persico reale rappresentati ad oggi dall’intera Provincia di Rovigo.

 2. L’Associazione, forte dei provvedimenti normativi provinciali a tutela del luccio, realizza dal 2017 il progetto approvato dall’Ufficio Pesca dal titolo “Progetto Luccio Italico”. Tra le varie iniziative collegate ad esso vi sono, per esempio, acquisti di materiale ittico pregiato (lucci italici selezionati) e tabellazioni informative lungo i corsi d’acqua realizzate con il contributo finanziario della Regione Veneto. Con il nuovo Regolamento Pesca Regionale che consente la cattura del luccio, tutti i tratti già seminati e in programma fino al 2021 perdono inevitabilmente la necessaria tutela normativa che consente a questa specie di reinserirsi nella ittiofauna polesana e vanificano gli sforzi pluriennali fatti nella direzione di limitare la pressione di pesca verso una specie (il luccio) avente bollino rosso a livello nazionale.

La lettera termina con una richiesta di incontro ed un auspicio a preservare il provvedimento adottato dalla Provincia di Rovigo sin dal 2015 di non consentire in modo permanente la cattura delle specie ittiche luccio e persico reale nel territorio provinciale.

Categorie: News

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.